Archivi Blog

Los cartele

 

En español, afrontando el argumento de América latina, la profesora de español nos hizo estudiar los paìses de América del Sur en una manera diferente y creativa.

Inicialmente la profesora nos dividió en cuatro grupos dejàndonos elecir un país cada uno.

Luego hicimos cuatro cartele que al fine hemos expuesto..

Este trabajo lo hicimos en las horas de español, durò dos semanas y fue muy divertido porque fue diferente de la manera comùn de estudiar.

Hicimos los trabajos de Cuba, Argentina, Venezuela y Repùblica Dominicana y éstos son nuestros resultados.

         (N.P.)

20160418_102029           20160418_101858-1

20160418_101551          20160418_101210

La città

In geografia, affrontando l’argomento della città, abbiamo cercato di capire che cosa sia.

E’ innanzi tutto il luogo dove molte persone vivono in modo stabile. E’ caratterizzata da un paesaggio urbano, in quanto, a differenza di quello naturale, in essa è più visibile l’intervento dell’uomo (vedi strade, piazze, edifici, ecc.)
Ogni città svolge tre principali funzioni:
-residenziale, per abitare;
-politico-amministrativa, per governare;
-economica, per produrre e commerciare.
Abbiamo cercato di individuare queste funzioni nella nostra città. Si è così notato che a Pavia le zone residenziali sono o in centro o verso la periferia. Una di queste è il quartiere della nostra scuola, il Vallone.
La zona politica-amministrativa si trova, invece, nel cuore della città, dove si trovano gli edifici più importanti: Comune, Tribunale, Provincia, Regione.
Le zone commerciali, infine, per la maggior parte sono situate nelle zone periferiche della città, dove c’è più spazio (vedi il Carrefour, il Superdì; l’unica in città è l’Esselunga).
Qui di seguito riportiamo una tabella più dettagliata inerente ai luoghi della nostra città:

20140208_184025

(made by G.C.)

Parlando della struttura delle città abbiamo appreso che Pavia ha una pianta a scacchiera. Difatti, sono presenti due strade principali che si incontrano in modo perpendicolare: corso Cavour (da est-ovest) e Strada Nuova (da nord a sud). Questo fa sì che tutte le altre strade siano perpendicolari tra loro e che i quartieri siano perfettamente quadrati. Nella mappa sono ben visibili, nella zona centrale (la più antica) le strade ad angolo retto.

download

Non esiste, però, solo la pianta a scacchiera, ma vi sono anche quelle lineare e radiocentrica (o poligonale).
Quella lineare segue l’andamento o di una strada o di un fiume o della costa. Genova è una città con questo tipo di pianta.
La pianta radiocentrica, invece, ha un nucleo centrale, da cui si
dipartono le strade verso la periferia della città. Tali raggi sono spesso collegati da strade circolari, che talvolta seguono il percoso di vecchie mura abbattute, come nel caso dei cosiddetti bastioni a Milano, detta anche circonvallazione interna.

images

Un altro esempio è la città di Parigi.

images (1)

All’interno di questo gruppo vi sono alcune piante, dette poligonali. Nel loro caso, se si uniscono le strade periferiche si ottiene la forma di un poligono. Queste ultime sono città progettate a tavolino. Un esempio è Palmanova.

palmalanuova (9) (Large)

(G.B. e G.L.)